Lazio vs Parma 4-1 (articolo e foto)

Poker all’Olimpico, la Lazio si rilancia per la Champions

( articolo: Fabio Pochesci, foto: Giuseppe Leanza )

“Poker all’Olimpico. La Lazio batte 4-1 il Parma e rilancia le proprie ambizioni Champions. Una partita perfetta, i biancocelesti chiudono il match già nel primo tempo segnando quattro reti. Si sblocca finalmente Marusic, dopo il gol in Europa League al Marsiglia, il montenegrino trova la prima gioia in campionato ritrovando di fatto il calore dei tifosi. Il suo diagonale vale il vantaggio.

La Lazio, padrona del campo, fa quello che vuole e raddoppia tre minuti più tardi grazie al rigore di Luis Alberto. I biancocelesti ci prendono gusto e non si fermano: Luis Alberto sale in cattedra e sigla il 3-0 con una gran conclusione da fuori area. Alla festa partecipa anche Lulic, la sua conclusione è da applausi e vale il poker. 

Nella ripresa la Lazio cala il ritmo e controlla il match, un errore di Patric rovina la sua ottima prestazione dando il via al gol di Sprocati per il definitivo 4-1.

Una vittoria importantissima per il quarto posto, i biancocelesti approfittano dei passi falsi di Roma e Atalanta, in attesa del derby di Milano. Dopo la pausa, ci sarà proprio Inter-Lazio. Se la squadra di Inzaghi continuerà a giocare così potrà dire la sua fino alla fine”. La Fotogallery di Lazio-Parma su: SCATTO

Sei Nazioni 2019: Italia Francia 14-25

6 NAZIONI 2019, ITALIA KO ANCHE CON LA FRANCIA: 4° CUCCHIAIO DI LEGNO CONSECUTIVO

Articolo: Michele Spuri (@micheleSpuri ) – Fotografie: G.Leanza (@giuseppe_leanza)

“Nell’ultima giornata del Sei Nazioni 2019, arriva la quinta sconfitta in cinque gare per l’Italrugby di Conor O’Shea. Gli azzurri vengono battuti per 25 a 14 dalla Francia dell’ex CT Jacques Brunel, dopo una prestazione non proprio brillante nonostante il dominio, e si prendono il quarto Cucchiaio di legno consecutivo, il nono in venti edizioni del Sei Nazioni. Quella di oggi è la ventiduesima sconfitta consecutiva in questa competizione, l’ultima vittoria risale al 28 febbraio 2015, al Murrayfield di Edimburgo contro la Scozia, mentre l’ultimo successo allo Stadio Olimpico risale, invece, al 16 marzo 2013, contro l’Irlanda.

LA PARTITA

In questa edizione l’Italia ha subito ben 167 punti, realizzandone 79. Nella gara di oggi, molto probabilmente l’ultima con la maglia della Nazionale del capitano Sergio Parisse, come ammesso da lui stesso nella conferenza stampa di presentazione della partita, gli azzurri sono partiti bene portandosi sul 6-0 dopo 11 minuti, grazie al doppio calcio di Tommaso Allan. La reazione francese non tarda ad arrivare e in 9’ i Les Bleus ribaltano il risultato; prima la meta di Dupont e la successiva trasformazione di Ntamack e poi il calcio di quest’ultimo per il parziale che porta la compagine di Brunel sul 10-6 a fine primo tempo.

Come nella prima frazione di gioco, nella ripresa l’Italia non riesce a concretizzare le occasioni create sbagliando molto, ma dominando comunque gli avversari. Al 42’ Allan centra di nuovo i pali con un calcio portando gli azzurri a 9 punti, ma neanche 3 minuti più tardi arriva la meta di Huget e la trasformazione di Ntamack per il 9-17. Il punteggio per l’Italia lo chiude il mediano di mischia Tito Tebaldi, che realizza la sua prima meta, e gli ultimi punti vengono realizzati da Ntamack ancora, questa volta con un drop, e dalla meta di Penaud”.

LE DICHIARAZIONI

Amareggiato il CT Conor O’Shea che ai microfoni di Dmax ha commentato così la sconfitta: “Difficile commentare la partita, ci sono tante cose che oggi non sono andate per il verso giusto, una di queste è la nostra precisione vicino la loro linea. Dobbiamo guardare avanti”. Ancora più duro, invece il commento del presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi: È un giorno triste ma abbiamo giocato alla pari e forse meglio della Francia. Questo è lo sport, abbiamo dimostrato di essere in crescita di essere rispettati da tutti gli avversari del Torneo”, ha commentato sul proprio profilo Twitter.

La Fotogallery di Italia vs Francia disponibile su: SCATTO

Roma vs Empoli: 2-1 (articolo e foto)

Serie A: buona la prima per Ranieri, la Roma supera l’Empoli 2-1

articolo: Lorenzo Petrucci, foto: Giuseppe Leanza

“Sofferta ma pienamente meritata la vittoria della Roma per due a uno contro l’Empoli. Inizia nel migliore dei modi la seconda esperienza di Claudio Ranieri come allenatore dei giallorossi che grazie alle reti di El Shaarawy e Schick si riporta in scia delle due milanesi per un posto in Champions League.
E’ El Shaarawy a regalare alla Roma il vantaggio dopo appena 8’ minuti dal fischio d’inizio con un bel tiro da fuori area. L’euforia per aver sbloccato la partita dura però poco perché quattro minuti più tardi Jesus con uno sfortunato colpo di testa causa un rocambolesco autogol.
Tutto da rifare quindi per la Roma che rischia la débâcle poco più tardi con una punizione di Psqual che scheggia l’incrocio dei pali.
Scongiurato il pericolo, la Roma riprende a creare gioco e al 33’ conquista il nuovo vantaggio grazie a Schick che nel posto giusto nel momento giusto manda in rete un cross di Florenzi da calcio piazzato.
Nel secondo tempo la partita si accende soprattutto nei minuti conclusivi quando l’Empoli prova un forcing finale con la Roma che resiste conquistando tre importantissimi punti per la classifica e il morale”. La Fotogallery su: SCATTO

Lazio vs Roma 3-0 (articolo e foto)

Articoli: Fabio Pochesci e Lorenzo Petrucci – Foto: Giuseppe Leanza

Serie A: Lazio il derby è tuo, 3-0 alla Roma (di Lorenzo Petrucci)

“La Lazio si aggiudica il derby con un netto 3-0 alla Roma. Una sconfitta netta per i giallorossi ai danni di una Lazio fin da subito determinata e concentrata che ha saputo pungere nei momenti giusti e difendersi compatta quando la Roma pressava.
Rispetto alla vigilia le due squadre devono fare a meno di due pezzi importanti: i giallorossi di Manolas, ai box per un attacco influenzale, e la Lazio di Immobile ancora non in perfette condizioni per partire dal 1’ minuto, al suo posto Caicedo supportato da Correa.
E’ proprio l’attaccante ecuadoriano a sbloccare la partita. Al 12’, su una bella invenzione del compagno di reparto, Caicedo elude l’intervento di Juan Jesus e l’uscita di Olsen depositando il pallone in rete.
La Roma reagisce subito e cresce col passare dei minuti ma il gol del due a zero di Immobile a metà ripresa su calcio di rigore taglia le gambe alle speranze giallorosse definitivamente spente dal tre a zero finale di Cataldi.
Per la Roma una sconfitta che deve far riflettere perché oltre al risultato negativo, da sottolineare c’è anche l’approccio da cambiare in vista della gara decisiva di Champions League contro il Porto”.

Apoteosi Lazio ( di FabioPochesci )

“Apoteosi Lazio. i biancocelesti si si aggiudicano il derby schiantando la Roma  3-0. La squadra di Inzaghi merita la vittoria, frutto di una superiorità nel primo tempo, con il vantaggio ad inizio match e la gestione nella ripresa.

Ci si aspettava un derby contratto, soprattutto nel primo tempo e invece la Lazio parte a mille, Caicedo sblocca l’incontro superando Juan Jesus e scartando Olsen da vero attaccante. I derby sono questi, spesso regalano la platea ai giocatori meno aspettati.

 

La partenza sprint confonde la Roma e indirizza tutto il match verso i binari laziali. Un minuto più tardi, al 13′, l’Olimpico e tutti i giocatori si fermano per ricordare Davide Astori, ad un anno dalla sua scomparsa. Per quei sessanta secondi non c’è più derby, non c’è più rivalità, solo emozione per ricordare un ragazzo, prima che un calciatore

Con il passare dei minuti la Lazio cala logicamente il ritmo, la Roma prende coraggio ed ecco che nella ripresa Zaniolo si accende spaventando la difesa laziale con una percussione da vero campione. E’ però la sua ultima azione, dei guai fisici lo costringono a lasciare il campo. Poi ci prova Florenzi, Strakosha si supera deviando in angolo, poi Pellegrini e Pastore si ostacolano mancando così il pareggio. Si arriva dunque al fallo di Fazio su Correa e al raddoppio laziale, Immobile scaraventa in rete il rigore che manda in estasi il popolo laziale. Il 3-0 di Cataldi è la ciliegina sulla torta della festa, un romano e tifoso laziale che si toglie la soddisfazione di segnare al derby sotto la propria curva.

La stracittadina finisce con l’immancabile rissa e l’espulsione di Kolarov, che viene accolta dall’Olimpico come un gol.

Insomma, una vittoria netta della Lazio capace più che mai di concretizzare le occasioni avute, brava a saper soffrire ed alzare il muro con la coppia Acerbi-Bastos, anche stasera praticamente perfetti. La vittoria di Caicedo, schierato in extremis e che invece si traveste da uomo derby, prendendosi definitivamente l’affetto dei tifosi. E’ la vittoria di Cataldi, rilegato spesso ai margini della squadra: una notte che non dimenticherà mai. Come tutto il popolo biancoceleste”. La Fotogallery del Derby su: SCATTO